Tanto, imparerà poi a scuola…

I rischi di delegare tutti gli aspetti educativi alle istituzioni scolastiche

Alcuni bambini iniziano a parlare relativamente tardi, sembrano meno pronti rispetto ai coetanei, appaiono pasticcioni e grossolani nei comportamenti. In molti casi, per necessità oggettive, poca informazione o convenienza del momento, si è portati a sottovalutare le difficoltà del bambino, nella convinzione che “tanto poi ci penserà la scuola”. Ciò può essere vero sotto alcuni aspetti, ma comporta una serie di rischi per altri.

Profezie e malocchio

La sottile ma potente influenza dei condizionamenti predittivi

Dall'oroscopo all'apparente innocente rivelazione di chi ci predice un futuro radioso, tutti siamo stati e saremo oggetto di profezie. Piccole o grandi che siano, con intento positivo o negativo, poco importa: ciò che conta è l'impatto che hanno sul nostro inconscio.

Il labirinto, mistero e potenza

Soltanto chi lascia il labirinto può essere felice, ma solo chi è felice può uscirne

Il Labirinto appartiene al patrimonio dell'umanità, e come tale si presenta in varie forme e sotto diversi aspetti a seconda della cultura e del vissuto di ogni gruppo umano. Ma a prescindere dalle diversità particolari, gli elementi alla base dei labirinti sono comuni in ogni parte del mondo e in qualunque epoca storica, indipendentemente dal fatto che ci siano stati contatti socio-culturali o meno: a partire da più di tre millenni fa il Labirinto è presente dal Perù a Sumatra, dall'antico Egitto alle civiltà Maya, dall'Islanda all'Arizona, fino in India, Europa e Americhe.

L'arte per l'infanzia

L'espressione artistica per i bambini rappresenta un fatto naturale.

Non essendo ancora interpellati in una sovrastruttura di convenzioni, stereotipi e tradizioni, a loro è concesso di esprimersi riuscendo a trasportare sentimenti, emozioni, paure attraverso l'arte. Che si utilizzino i pennelli, le mani, pastelli o matite, in ogni caso la libertà di trasportare sul foglio, sulla tela o su qualunque supporto le proprie sensazioni più profonde è una prerogativa da alimentare e sostenere.

ADHD: pregiudizi e false informazioni

Attention Deficit Hyperactivity Disorder (Disturbi dell'attenzione e Iperattività)

E’ piuttosto facile determinare il modo di presentarsi di una persona con ADHD, perché il suo agire è talmente dirompente e ricco che non si può fare a meno di notarne i differenti aspetti. Più complicato è riuscire a non farsi scudo delle apparenze andando a ricercare quegli aspetti più nascosti che però meglio possono indirizzare una diagnosi e un percorso operativo.

Le cadute di attenzione nella pratica Pedagogico Clinica

Il rilevamento di carenze attentive è molto frequente in pedagogia clinica.

Le cadute di attenzione, qualora non siano causate da patologie cerebrali per le quali è necessario un approccio più complesso a carattere medico, solitamente si presentano nel quadro di un disagio che coinvolge altri aspetti. Ognuno di essi va compreso e analizzato insieme alla persona, per individuarne le cause e aiutarla a scoprire dentro di sé le motivazioni alla loro soppressione.

Memoria e Autostima

Riuscire a gestire gli elementi della propria storia influisce pesantemente sulla serenità individuale.

La capacità di registrare, conservare e recuperare informazioni è costantemente coinvolta nelle attività quotidiane, scolastiche, lavorative o personali. Quando tale capacità viene compromessa, il disagio si riflette non solo sui risultati oggettivi del nostro operato, ma anche sull’equilibrio emotivo e psicologico, sull’autostima e sull’umore.

Con gli strumenti giusti è possibile superare ogni ostacolo